Lo stralcio del mese

LettereInLiberta...recensioni in anteprima, segnalazioni, revisioni di romanzi inediti...contattatemi per collaborare con il mio blog !

sabato 5 marzo 2016

"Una piccola bugia" di K.A.Tucker

Buonasera amiche, in questa giornata piovosa cosa c'è di più bello che stare sul divano a leggere e a scrivere due parole di quello che leggo...allora oggi vi racconto qualcosa di un libro che ho appena finito, secondo capitolo della serie Ten Tiny Breaths, ma che può anche essere uno stand alone.

Una piccola bugia (Dieci piccoli respiri Vol. 2)
Titolo: Una piccola bugia (One Tiny Lie #2)
Autrice: K.A.Tucker
Edizioni: Newton Compton Editori


TRAMA: Nessuno può capirti. Tranne lui.
«Perché tu non sei la ragazza di una notte. Tu sei la mia ragazza per sempre.»

«Fa’ che io sia orgoglioso di te». Sono le ultime parole che il padre di Livie pronuncia di fronte alla figlia. Nei sette anni trascorsi dalla tragica morte dei genitori, Livie ha fatto del suo meglio per mantenere fede a quella promessa e si è occupata della sorella con grande responsabilità. Ma con l’ingresso al college arrivano altre sfide inattese che mettono alla prova la sua solidità e il suo cuore. Livie entra a Princeton con un piano preciso: prepararsi per la scuola di medicina e incontrare un bravo ragazzo. Ciò a cui non è invece preparata sono Reagan, amabile compagna di stanza alla quale non riesce a dire di no, e Ashton, l’arrogante e attraente capitano della squadra di canottaggio maschile. Ashton è anche uno dei migliori amici di Connor, un ragazzo che corrisponde perfettamente a quello che Livie ha in mente per sé. Perché allora continua a pensare ad Ashton? Quando Livie si trova a dover affrontare voti mediocri, aspirazioni di carriera che sembrano andare in fumo, e l’incapacità di gestire i sentimenti per Ashton (che non vorrebbe provare), si troverà a rinunciare alla promessa fatta al padre. E all’unica Livie che conosca…

Pensava di conoscere se stessa e le sue aspirazioni. Ma il vero piacere cambierà tutto.
RECENSIONE: dopo aver letto Dieci piccoli respiri questa autrice mi aveva già convinto abbastanza, e con questo libro la mia opinione si è rafforzata ancora di più.
Lo stile di questo autrice è fresco, frizzante, divertente e profondo allo stesso tempo. E i personaggi sono spassosissimi. Livie è la ragazza perfetta, quella che non vuole deludere nessuno, quella che non si è mai lasciata andare, quella che è stata forte dopo la morte dei genitori, che aveva coinvolto anche la sorella Kacey. Ma il college cambia radicalmente le sue prospettive, soprattutto quando da ubriaca si imbatte in Ashton, bellissimo quanto misterioso capitano della squadra di canottaggio di Princeton.
Ovviamente i due appartengono a mondi diametralmente opposti, ma come sapete bene, gli opposti normalmente si attraggono...
Lei non vorrà lasciarsi andare, ma Ashton, nonostante il suo carattere misterioso e le frasi a effetto che Livie non capisce fino in fondo, saprà farsi apprezzare per quello che è davvero, nonostante il pesante bagaglio che si porta alle spalle.
Decisiva la figura dello psicologo di famiglia, che guiderà la ragazza alla scoperta di se stessa, e anche del ragazzo che le sta entrando sotto pelle, le insegnerà a gestire i suoi sentimenti, le sue emozioni.
Un libro che possono leggere tutti, è delicato, dolce, pieno di buoni sentimenti, e un brava a questa autrice!

Alla prossima
Alessandra

Nessun commento:

Posta un commento