Lo stralcio del mese

LettereInLiberta...recensioni in anteprima, segnalazioni, revisioni di romanzi inediti...contattatemi per collaborare con il mio blog !

martedì 24 dicembre 2013

"La mia piccolina" di Piper Vaughn - M.J.O'Shea

La mia piccolina 
Titolo originale: One Small Thing
Autori : Piper Vaughn - M.J.O'Shea
Editore: Dreamspinner Press

TRAMA: “Papà” non era un titolo che Rue Morraway desiderasse, ma non aveva neppure mai pensato di fare sesso con una donna. Adesso è il padre involontario di una neonata di nome Alice. Tra il suo lavoro come barista e la scuola per parrucchieri, Rue non ha il tempo per la bambina, ma non vuole darla via. Quello di cui ha bisogno è una babysitter e sta finendo le opzioni possibili. È sul punto di lasciare la scuola per badare lui stesso ad Alice, quando gli viene in mente il suo solitario vicino, Erik.

Erik Van Nuys è uno scrittore di libri di fantascienza con un sacco di problemi d’ansia. Non ama la gente in generale e ancora meno ama i bambini. Lo stesso, con i suoi assegni per i diritti in calo, ha bisogno di un entrata extra. Malvolentieri, si cala nel ruolo del tato e ancora meno volentieri, si trova a innamorarsi di Alice e del suo spumeggiante genitore.

Rue ed Erik sono tanto diversi quanto possono esserlo due persone e Alice è la più inusuale delle bimbe, ma Rue non è mai stato tanto felice quanto lo è con lei ed Erik al suo fianco. Almeno, fino a quando non riceve un’offerta che gli farebbe raggiungere tutti i suoi sogni e non si trova di fronte a una scelta: il futuro che ha sempre sognato o la famiglia che non aveva mai creduto di desiderare? 

RECENSIONE:  eccomi qui a proporvi probabilmente l'ultima recensione di questo 2013. Mi sono trovata a leggere questo libro per caso colpita dalla cover senza informarmi minimamente della trama...e wow...sono rimasta affascinata da questo libro, che propone dei personaggi dolcissimi che affrontano una grande crescita umana. I protagonisti sono Rue, un ragazzo omosessuale che ha messo incinta una ragazza durante un rapporto in cui era un po' ubriaco e stava mettendo alla prova se stesso. La ragazza non vuole la bambina, e allora Rue si improvvisa "ragazzo padre"...un padre di una dolcezza da fare invidia.
Altrettanto dolce, timido e impacciato è Erik, il suo baby sitter, anche lui omosessuale, con il quale allaccerà una relazione di quelle che capitano una volta nella vita, dolcissima e coinvolgente.
Dusty è l'amico di Rue, che lo aiuta con la bambina, è il suo sostegno, e lo aiuterà anche nel suo rapporto con Erik e nelle decisioni importanti.

Un libro che racconta con tenerezza e disinvoltura la storia di questi tre ragazzi che affrontano le difficoltà economiche e della gestione di una figlia di tutti i giorni.Mi è piaciuto molto lo stile di questo libro che racconta il mondo affettivo degli omosessuali in modo molto dolce e tenero. Devo ammettere che mi ha coinvolto, mai annoiato e mi è piaciuto tanto che l'ho letto in tre giorni, e mi ha lasciato un sorriso sulle labbra.
Direi insomma che è un libro dolce e romantico, da leggere per coloro che amano le storie d'amore.
Il mio giudizio:
Approfitto di questo post per augurare a tutti un felice e sereno Natale sperando che sotto l'albero troviamo tantissimi libri.

Alla prossima
Alessandra

Nessun commento:

Posta un commento