Lo stralcio del mese

LettereInLiberta...recensioni in anteprima, segnalazioni, revisioni di romanzi inediti...contattatemi per collaborare con il mio blog !

sabato 30 novembre 2013

"The Indigo Spell" di Richelle Mead

Titolo: The Indigo Spell (inedito in Italia)
Autrice: Richelle Mead
Editore: Penguin

Contiene SPOILER

TRAMA: (dal sito di Richelle Mead, traduzione a mia cura):
A seguito di un momento di debolezza proibito che ha particolarmente scosso Sydney nel suo io più profondo, la ragazza si trova nuovamente a lottare per tracciare quelli che sono i confini tra gli insegnamenti degli Alchimisti e quello che il suo cuore le dice di fare. A complicare le cose, l'incontro con l'affascinante e ribelle Marcus Finch - un ex alchimista che è riuscito a fuggire ed è tutt'ora in fuga. Marcus vuole rivelare a Sydney i segreti che gli Alchimisti le nascondono. Ma nonostante lui la spinga a ribellarsi contro le persone che l'hano cresciuta, Sydney si rende conto che liberarsi è più difficile di quanto pensi, una magia antica e misteriosa ha radicato questi insegnamenti profondamente in lei. Ma Sydney sarà anche alle prese con una "strega" che accresce il suo potere e la sua magia succhiando la linfa vitale da altre streghe più giovani, e l'unica sua speranza sarà accogliere ed accettare la magia che è nel suo sangue...oppure proprio lei potrebbe essere la prossima !

RECENSIONE: allora...ho letto questo libro in INGLESE in 48 ore nette...mi ha completamente preso e coinvolto. La trama non dice molto di quello che veramente succede in questo che è il terzo capitolo della saga Bloodlines, attualmente inedita in Italia, tanto per cambiare.
E' un libro al di sopra delle aspettative in cui si trova azione, momenti di grande intensità e un turbinio di sentimenti da far girare la testa, il tutto sempre con un pizzico di sarcasmo degno del protagonista maschile, l'amato Adrian Ivashkov
In questo libro troviamo Sydney che deve fronteggiare numerosi problemi: 
- Angeline, la nuova compagna di Jill, impulsiva e irrazionale, che combina un guaio dopo l'altro 
- i problemi amorosi di Eddie, Jill, Angeline e Trey
- l'incontro con Marcus Finch e la necessità di capire quali sono i segreti che gli Alchimisti le nascondono
- la responsabilità che ha di proteggere Jill, e più in generale i Moroi
- proteggere se stessa e altre giovani ragazze da una strega che diventa sempre più potente succhiando il potere magico nonché la loro linfa vitale 
- ultimo...e per niente ultimo, il suo difficile rapporto con Adrian dopo aver scoperto i sentimenti che il bel vampiro prova per lei

Direi che la nostra giovane protagonista ha il suo bel da fare, e se la cava davvero bene...e secondo voi quale è la parte più complicata per lei ? Proprio l'ultima, il suo non voler ammettere i sentimenti che prova per Adrian, perchè per lei sono proibiti, una Alchimista con un Moroi è una relazione impensabile, e per lei così logica e razionale, frequentare il ragazzo è una tortura, ma al contempo non può farne a meno...anche perchè la magia di Adrian può in qualche modo salvarla dalla strega che vuole ucciderla.
Scelta difficili, momenti di grande tensione che si alternano ad altri di grande dolcezza, tutto il libro è un'altalena tra "si voglio" e "no, non posso", con relativa tortura per Adrian, che per lei è disposto a fare qualsiasi cosa...

Parlando del loro rapporto direi che Richelle Mead è riuscita a creare tantissimi momenti romantici e molto intensi, altri in cui la sofferenza di Adrian è evidente...leggete questi piccolissimi passaggi:

"I'll just love you whether you want me to or not"
(Ti amerò sia che tu lo voglia o meno)

"- no matter how ordinary things seem between us - I'm still here, still in love
with you more than any other guy ever will"
(non importa quanto le cose tra noi siano normali - io sarò sempre qui, sempre innamorato
di te più di quanto qualsiasi altro ragazzo lo sia mai stato)

"I'm not dangerous," I breathed. He brought his face toward mine. "You are to me."
("Non sono pericolosa." sussurrai. Si portò di fronte a me "Lo sei per me")

Scusate se mi sono dilungata, ma ho amato come l'autrice abbia fatto crescere Adrian, lo abbiamo conosciuto come un ragazzo scanzonato, che non credeva in se stesso se non in apparenza, vittima dello Spirito e della sua poca autostima, e adesso lo vediamo "combattere" a suo modo per convincere Sydney dei suoi sentimenti e farle capire che per lui non è una semplice conquista. E questo nuovo atteggiamento è proprio alimentato dalla voglia di essere migliore per la ragazza che ama.
Senza rivelare troppo concludo dicendo che è al momento il migliore dei tre libri della serie, sia per l'azione, sia per la trama che intreccia diverse situazioni contemporaneamente, sia per la bellissima storia d'amore che porta avanti.
Permettetemi ancora di dire che la scena che io preferisco è quella dove Adrian compare in uno dei sogni di Sydney, e lei si lascia andare...e la scena è davvero divertente oltre che molto "Sydrian".

Il mio giudizio quindi è assolutamente:


E vi saluto con una citazione tratta proprio da questo sogno:

"Sometimes it's worth lingering on the journey for a while before getting to the destination"

(Talvolta è meglio indugiare nel viaggio per un po' prima di raggiungere la destinazione)

Alle prossima
Alessandra

Nessun commento:

Posta un commento